Frasi e pensieri

Frasi e pensieri sull’architettura e dintorni…

 

Le opinioni sono come l’architettura: cambiano a seconda dei punti di vista.

 

Un medico puo’ seppellire i propri errori, ma un architetto puo’ solo consigliare al cliente di piantare rampicanti. (Frank Lloyd Wright)

frasi-architettura-2

 

Non si può pensare un’architettura senza pensare alla gente. (Richard Rogers)

 

 La pittura agisce su due dimensioni, anche se può suggerirne tre o quattro. La scultura agisce su tre dimensioni, ma l’uomo ne resta all’esterno, separato, guarda da fuori le tre dimensioni. L’architettura invece è come una grande scultura scavata nel cui interno l’uomo penetra e cammina. (Bruno Zevi, Saper vedere l’architettura, 1948)

 

 

 Senza paradossi si può affermare che l’architettura è proprio l’edilizia “più utile”, in quanto, oltre alla destinazione pratica e all’organismo tecnico, riflette l’uso psicologico e spirituale. (Bruno Zevi, Architettura in nuce, 1960)

 

Dalla prima capanna, dalla prima caverna dell’uomo primitivo alla vostra casa, alla chiesa, alla scuola, all’ufficio dove lavorate, ogni opera di architettura, per essere compresa e vissuta, richiede il tempo del nostro cammino, la quarta dimensione. (Bruno Zevi )

 

Il teatro è molto simile all’architettura perché riguarda una vicenda; il suo inizio, il suo svolgimento e la sua conclusione. Senza vicenda non vi è teatro e non vi è architettura. È anche commuovente che ognuno viva una sua piccola parte.  (Aldo Rossi)

 

frasi3Quello dell’architetto è un mestiere antico come cacciare, pescare, coltivare ed esplorare. Dopo la ricerca del cibo viene la ricerca della dimora. Ad un certo punto, l’uomo, insoddisfatto dei rifugi offerti dalla natura, è diventato architetto. (Renzo Piano)
Vedere giocare a calcio è un modo straordinario per capire se un luogo è veramente pubblico, cioè aperto a qualsiasi uso e dunque imprevedibile. (Stefano Boeri)

 

Quando si dispongono mobili ed oggetti nel soggiorno non si compone mai un gesto innocente. Si sta costruendo un sistema di segnali dai quali i visitatori […] dovranno capire che cultura possediamo, che reddito, come sappiamo informarci e tenerci aggiornati, addirittura quello che pensiamo in materia di relazioni sociali.  (Michele Rak)

 

L’era post-moderna è un’epoca in cui si devono fare continuamente delle scelte. È un’epoca in cui non può essere adottata alcuna ortodossia senza imbarazzo e ironia, perché tutte le tradizioni sembrano avere una qualche validità.  (Charles Jencks)

 

L’architettura dovrebbe accordarsi con allusioni e simbolismi ed i suoi riferimenti dovrebbero derivare da relazioni con il contesto sociale e storico degli edifici (…) io amo la complessità e la contraddizione in architettura. (Robert Venturi)

 

frasi7

 

Le grandi costruzioni tramandateci dal passato sono lo specchio dei valori e degli ideali dominanti nel tempo in cui vennero erette: così nel medioevo cristiano si costruivano le cattedrali, nell’Europa dell’assolutismo le grandi regge barocche, nell’ottocento positivista e fiducioso nei progressi della tecnica le imponenti  stazioni ferroviarie. Gli esempi potrebbero continuare: ogni epoca ha espresso nel gigantismo costruttivo i principi fondanti e l’ideologia dominante del proprio tempo.  E non è incoraggiante pensare che siamo passati dal desiderio di elevazione spirituale espresso dai campanili dei secoli passati ai grattacieli odierni delle banche….

 

Il bello delle citazioni è che ci danno una certa intimità con gli autori delle frasi che citiamo e spesso, in società, questo fa colpo. (Kenneth Williams)

 

Torna all'indiceHome



Commenti chiusi