Grugliasco: andamento demografico

Dinamiche demografiche di Grugliasco e dei comuni vicini

Qualunque attività di pianificazione del territorio deve assumere come dato di partenza l’analisi delle dinamiche demografiche in corso.

La breve sintesi esposta di seguito vuole evidenziare alcuni fenomeni in atto nel comune di Grugliasco e nei comuni vicini.

L’ambito territoriale assunto configura un’area che comprende Grugliasco e i comuni prossimi situati ad una distanza di 6 km.

L’arco temporale fa riferimento al decennio 2002 – 2012.

Popolazione residente

residenti 1/1/2002 residenti 1/1/2012
Grugliasco 38.743 37.210
Collegno 46.557 48.973
Rivoli 49.825 48.469
Beinasco 18.250 18.079
Orbassano 21.556 22.454
Rivalta 17.621 19.303
Alpignano 16.662 16.923
Pianezza 11.230 14.132
Torino 864.671 869.312

 

Popolazione residente – variazione periodo 2002 – 2012

Grugliasco-popolazione-residente-2002-2012

 

Appare evidente come pur in presenza di una certa crescita  della popolazione complessiva dell’area (considerando i comuni compresi nell’area con l’esclusione di Torino la popolazione cresce del 2,39%), alcuni comuni registrino una diminuzione dei residenti.

Il fenomeno riguarda i comuni di Beinasco Rivoli e Grugliasco.

In particolare quest’ultimo comune perde nel decennio 1.533 abitanti in valore assoluto, pari al 3,96%.

Analizzando la distribuzione per fasce di età emerge come il decremento di popolazione si concentri tra gli abitanti compresi tra i 4 e i  60 anni – con punte significative nella fascia di età compresa tra 20 e 30 anni – mentre aumenta significativamente la popolazione ultrasettantenne.

Va detto inoltre che se il generale innalzamento dell’età dei residenti è un  dato in parte condiviso anche da altri comuni, nel caso di Grugliasco assume connotati di particolare rilievo, considerato che si verifica in un contesto di decremento complessivo della popolazione.

 Popolazione residente per età quinquennale

età residenti al 1/1/2002 residenti al 1/1/2012 variazione
Da 0 a 4 anni 1.504 1.517 +13
Da 5 a 9 anni 1.584 1.570 -14
Da 10 a 14 anni 1.702 1.511 -191
Da 15 a 19 anni 2.030 1.550 -480
Da 20 a 24 anni 2.527 1.719 -808
Da 25 a 29 anni 2.934 2.025 -909
Da 30 a 34 anni 2.884 2.253 -631
Da 35 a 39 anni 3.037 2.689 -348
Da 40 a 44 anni 2.830 2.810 -20
Da 45 a 49 anni 3.057 2.822 -235
Da 50 a 54 anni 3.339 2.675 -664
Da 55 a 59 anni 2.871 2.716 -155
Da 60 a 64 anni 2.693 2.895 +202
Da 65 a 69 anni 2.128 2.556 +428
Da 70 a 74 anni 1.574 2.312 +738
Da 75 a 79 anni 1.053 1.713 +660
Da 80 a 84 anni 498 1.101 +603
Da 85 a 89 anni 349 553 +204
Oltre 90 anni 149 223 +74

 

 Popolazione residente per età quinquennale: variazione percentuale 2002- 2012

grugliasco-variazione-popolazione

 

Popolazione residente di età compresa tra 0 e 14 anni

Residenti  al 1/1/2002 Residenti  al 1/1/2012 variazione percentuale
Grugliasco 4.790 4.598 -4,01%
Collegno 5.916 6.632 +12,10%
Rivoli 6.244 5.777 -7,48%
Beinasco 2.317 2.387 +3,02%
Orbassano 2.871 3.044 +6,03%
Rivalta 2.638 2.838 +7,58%
Alpignano 2.163 2.072 -4,21%
Pianezza 1.471 2.203 +49,76%
Torino 95.302 107.309 12,60%

 

Popolazione residente di età compresa tra 15 e 64 anni

residenti  al 1/1/2002 residenti  al 1/1/2012
Grugliasco 28.184 24.154 -14,30%
Collegno 32.571 31.384 -3,64%
Rivoli 35.081 31.172 -11,14%
Beinasco 12.902 11.321 -12,25%
Orbassano 15.386 14.682 -4,58%
Rivalta 12.572 12.716 1,15%
Alpignano 11.769 11.197 -4,86%
Pianezza 7.765 9.279 19,50%
Torino 574.553 546.151 -4,94%

 

Popolazione residente di 65 anni e oltre

residenti  al 1/1/2002 residenti  al 1/1/2012
Grugliasco 5.769 8.277 43,47%
Collegno 8.070 10.410 29,00%
Rivoli 8.500 11.520 35,53%
Beinasco 3.031 4.371 44,21%
Orbassano 3.299 4.728 43,32%
Rivalta 2.411 3.749 55,50%
Alpignano 2.730 3.654 33,85%
Pianezza 1.994 2.650 32,90%
Torino 194.816 215.852 10,80%

Da questa rapida sintesi si possono quindi fare alcune considerazioni:

– La perdita di popolazione registrata nell’ultimo decennio a Grugliasco è stata provocata dal trasferimento fuori dal suo territorio delle fasce meno anziane della popolazione; in particolare si è assistito ad un esodo degli abitanti compresi tra i 20  e i 30-35 anni. Considerato che si tratta della popolazione che in genere si trasferisce fuori dalla casa di origine è evidente la scarsissima elasticità del mercato immobiliare che questo fenomeno denota.

– In assenza di mutamenti nelle dinamiche insediative oggi imprevedibili, la popolazione di Grugliasco è destinata ad accentuare nel medio periodo il fenomeno di decrescita ma soprattutto è prevedibile un  invecchiamento consistente della popolazione che non potrà non provocare scompensi nel livello dei servizi erogati.  La Città nel definire i propri servizi e la propria identità sarà giocoforza obbligata a considerare che una componente rilevante della propria popolazione è costituita non più da giovani e giovani-adulti, ma da anziani.

parte II   Grugliasco: quale sviluppo

 

elaborazione di dati desunti da www.tuttitalia.it/   www.comuni-italiani.it   www.regione.piemonte.it

Torna all'indiceHome

Commenti chiusi