Officina del Paesaggio: Percorsi ciclopedonali e campestri all’interno del Parco Urbano di Grugliasco.

La realizzazione dei percorsi ciclopedonali e campestri

si  inserisce all’interno del più ampio progetto di realizzazione del Parco Urbano di Grugliasco.

Tale proposta è inserita nell’ambito del “Piano Strategico di Azione Ambientale” della Provincia di Torino che definisce una serie di  opere di compensazione ambientale a fronte della  realizzazione del termovalorizzatore del Gerbido .

In particolare, il progetto dello Studio AeT individua i percorsi ciclopedonali di connessione tra l’area del parco agronaturale e l’area urbanizzata di Grugliasco.

Si sono individuati tre percorsi considerati prioritari al fine della fruibilità delle aree del Parco agronaturale, corrispondenti ad altrettanti punti di accesso al parco:

  • Percorso  1: corrispondente all’accesso da via Leonardo da Vinci, in prossimità dell’area del futuro “bastione”
  • Percorso 2: corrispondete alla pista ciclabile su strada del Gerbido
  • Percorso 3: corrispondente all’accesso da nord, da Strada antica di Grugliasco

percorsi-parcoI percorsi ciclopedonali previsti, ad eccezione del tratto di pista di Strada del Gerbido, sono pensati per un uso misto, destinati sia alla mobilità ciclabile e pedonale, che all’utilizzo occasionale da parte di mezzi agricoli e per la manutenzione del percorso e del verde. Essendo su di essi interdetto il traffico veicolare sono sicuri ed utilizzabili da utenti di tutte le età.

Il percorso su strada del Gerbido, previsto in adiacenza all’attuale carreggiata stradale, sarà realizzato in sede propria separato dalla carreggiata mediante barriera di sicurezza.

Il progetto ha cercato di ridurre per quanto possibile i costi di realizzazione e di acquisizione delle aree. Dal punto di vista della realizzazione si sono quindi riutilizzati, ove possibile, gli antichi tracciati preesistenti, costituiti perlopiù da percorsi di accesso ai fondi agricoli o da strade ad uso dei residenti, adottando soluzioni tecniche volte a mantenere il carattere di “strade” bianche” delle stesse. Per lo  stesso motivo, in ordine all’acquisizione della disponibilità delle aree, si è cercato di individuare tracciati su aree già pubbliche, mentre le aree private interessate dal progetto sono tutte aree per le quali il P.R.G.C. individua destinazioni d’uso vincolate a “parco”.

Il tracciato dei percorsi ciclopedonali si sviluppa al margine delle aree coltivate dalle diverse aziende, in modo da salvaguardare le attività e ridurre le interferenze tra i mezzi legati alla conduzione agricola e gli utenti del parco.

Elementi fisici esistenti o realizzabili quali filari arborei e arbustivi, staccionate, canali sono utilizzati per delimitare le aree destinate alla fruizione pubblica e le aree destinate alla produzione agricola.

percorsi-ciclopedonali-1-pista-da-borgo

Percorso 1

percorsi-ciclopedonali-2-strada-gerbido

Percorso 2

percorsi-ciclopedonali-3-via-pietromicca

Percorso 3

 

Torna a Progetti

 

Commenti chiusi