Piano particolareggiato: Volvera

Piano Particolareggiato nel Comune di Volvera

L’impianto urbanistico del piano particolareggiato prevede la realizzazione di un’area di verde pubblico attrezzato, di forma ellittica, attorno alla quale si collocano i fabbricati in progetto.

piano-volvera-1L’area verde è attraversata in tutta la sua lunghezza, in direzione est-ovest, da un percorso ciclabile che unisce le vie a margine dell’ambito e che realizza con esse un tracciato ad anello.

A corona dell’area a verde pubblico centrale si dispongono i lotti fondiari più consistenti con i relativi corpi di fabbrica, specularmente contrapposti che, con una sagoma a linea spezzata ripetono la forma ellittica.

Il disegno urbanistico dell’area permette di fornire alla gran parte dei fabbricati un assetto planimetrico che ne dispone l’asse principale in direzione est-ovest.

piano-volvera-2Ciò consente di posizionare le coperture con falda rivolta a sud, elemento utile per l’installazione dei pannelli solari e fotovoltaici necessari ai fini delle normative energetico-ambientali in vigore.

Il piano particolareggiato prevede la realizzazione di edilizia convenzionata e sovvenzionata nella misura del 50% dell’intera superficie.

Nel dettaglio i lotti S, A/C, L1  ospitano edifici plurifamigliari a 2-3 piani fuori terra  che si affacciano sull’area centrale rispettivamente con i fronti nord e sud.

piano-volvera-3Il lotto più esterno previsto dal Piano particolareggiato (lotto S) è destinato a localizzare l’edilizia residenziale sovvenzionata e  prevede un’edificazione estesa e compatta, il cui carattere disegna l’estremo fronte edificato verso il verde agricolo.

L’edilizia privata, trova spazio nel lotto L2, a sua volta diviso in tre sublotti con edifici di tipologia a schiera a 2 piani f.t.

piano-volvera-4Quest’ultimo lotto è separato dai precedenti da una viabilità privata (che potrà eventualmente essere disciplinata all’assoggettamento di uso pubblico) con andamento est-ovest anch’essa e profilo semicircolare.

La strada, che dà accesso all’edificio centrale del lotto 2 (lotto 2.1), è prevista per marcia veicolare a doppio senso di circolazione con marciapiede sul lato del fronte del fabbricato e stalli di sosta su entrambi i lati.

 LOTTO S (edilizia residenziale pubblica sovvenzionata)

Il piano Particolareggiato prevede che il lotto S, attestato sulla nuova Strada Gerbidi all’estremità settentrionale dell’area urbanistica, e separato da questa dalla fascia di verde pubblico attrezzato con annesso percorso ciclopedonale, sia  interamente destinato all’edilizia residenziale pubblica sovvenzionata.

La superficie fondiaria del lotto è pari a mq 4.525 circa e tale da ospitare una volumetria massima di 6.200 mc. Il programma costruttivo localizzabile comprende circa 30 unità immobiliari di edilizia residenziale che andranno assegnate d’intesa con Comune di Volvera con le modalità proprie dell’E.R.P.S., in locazione permanente a canone sociale.

Sul lotto fondiario è indicata la sagoma di massimo ingombro di un corpo di fabbrica a due piani fuori terra con cinque corpi scala, che si sviluppa in forma compatta, secondo un profilo curvilineo che rimarca l’area centrale di forma ellittica destinata a verde attrezzato.

Il Piano Particolareggiato prevede che il corpo di fabbrica a 2 piani fuori terra disponga di un basso piano interrato destinato ad ospitare le cantine di pertinenza, locali comuni, locali di sgombero e vani tecnici, mentre i posti auto di pertinenza in misura circa di uno per ciascuna u.i. sono previsti all’esterno, sul lotto fondiario. Questa condizione determina la relativamente più consistente superficie fondiaria attribuita al lotto di pertinenza.

Considerata la particolare utenza dell’edilizia pubblica sovvenzionata le tipologie residenziali previste sono varie, di dimensioni comprese tra 46 e 79 mq di superficie utile. Giova ricordare che per quanto concerne la rispondenza del fabbricato ai parametri energetico ambientali della normativa vigente, l’edilizia sovvenzionata deve rispondere interamente ai requisiti del “Protocollo Itaca” adottato dalla Regione Piemonte.

 

LOTTO A/C (edilizia residenziale pubblica agevolata-convenzionata)

Il Piano particolareggiato destina questo lotto ad un intervento di edilizia residenziale pubblica Agevolata/Convenzionata.

Sulla superficie fondiaria del lotto, di 1.407 mq, è edificabile un volume di 2.552 mc circa, in un fabbricato a tre piani fuori terra per due corpi scala. La sagoma di massimo ingombro del fabbricato, analogamente a quelle dei fabbricati che si attestano sul verde pubblico centrale, si sviluppa secondo un profilo curvilineo che rimarca la sagoma ellittica dell’area centrale.

Al fabbricato residenziale si darà accesso pedonale da un vialetto interno che si affaccia sull’area a verde pubblico, mentre un ingresso carraio all’interrato del fabbricato è previsto da via Montegrappa. Un ulteriore ingresso carraio, di uso speciale per esigenze di servizio e di accostamento al fabbricato, è inoltre previsto dalla strada interna.

Il fabbricato previsto, a tre piani fuori terra e con sviluppo di due corpi scala, è idoneo ad ospitare almeno 12 unità immobiliari residenziali con tipologie di superficie pari a 58 e 79 mq. Alle unità immobiliari site al piano terreno potrà essere attribuito il verde di pertinenza da realizzare su terrapieno e su soletta

Il fabbricato dovrà essere dotato di piano interrato idoneo ad ospitare un autorimessa interrata, per la quale è prevista la rampa di ingresso da via Montegrappa, comprendente un numero di box pari almeno a quello delle unità immobiliari, oltre alle cantine e ai consueti locali tecnici e di sgombero.

 LOTTI L1 e L2 (edilizia privata)

Dei previsti due lotti di edilizia privata, il lotto L1 trova sede in allineamento al precedente lotto A/C a completamento del fronte edificato interno, verso l’area a verde attrezzato, mentre il Lotto 2 è suddiviso in nei 3 sub lotti che trovano sistemazione sulla articolata residua area fondiaria, ritagliata dallo strumento urbanistico oltre la strada interna.

Sul lotto L1, di superficie fondiaria pari a mq 1.951   e volume di 3.677 mc,   Il Piano particolareggiato prevede la realizzazione di un fabbricato a due piani f.t., per una lunghezza equivalente a tre corpi scala (55 ml circa) con almeno 12 unità immobiliari di superficie compresa tra 80-100 mq

Al fabbricato residenziale si darà accesso pedonale da un vialetto interno che si affaccia sull’area a verde pubblico, mentre un ingresso carraio all’interrato del fabbricato è prevista da via Santo Spirito. Ulteriori ingressi carrai, di uso speciale per esigenze di accostamento al fabbricato, sono inoltre previsti dalla strada interna.

Il fabbricato dovrà essere dotato di piano interrato idoneo ad ospitare un autorimessa interrata, comprendente un numero di box pari almeno a quello delle unità immobiliari, oltre alle cantine e ai consueti locali tecnici e di sgombero.



Torna a ProgettiHome


Commenti chiusi