Ristrutturazione immobile via Garibaldi – Grugliasco

ristrutturazione

stato di fatto-via-garibaldi

I lavori hanno riguardato la ristrutturazione di un edificio a due piani posto nel Comune di Grugliasco .

L’edificio originario si articola su due unità abitative disposte sui due livelli. 

La prima unità, corrispondente al nucleo di più antica edificazione al piano terreno, è composta da due stanze prive di servizi igienici, con accesso dal passo carraio.

La seconda unità, al primo piano, è composta da cinque stanze con un servizio igienico.

L’unità è dotata di un terrazzo aperto verso il cortile interno.

I lavori

L’opera di ristrutturazione ha consentito, attraverso una profonda riplasmazione dell’edificio, di realizzare quattro alloggi.

Al piano terreno, attraverso l’utilizzo della parte oggi inutilizzata si realizza una unità abitativa  dotata di due camere da letto, bagno ed un ampia zona giorno prospettante sullo spazio verde del cortile.

ristrutturazione-progetto

Il piano primo viene ridefinito nella sua articolazione interna al fine di realizzare due alloggi dotati di camera, bagno soggiorno pranzo e cucinino.

La copertura dell’edificio viene ricostruita in modo tale da consentire, attraverso la sua realizzazione secondo quanto previsto dalle Norme di Attuazione e dalla Legge regionale sul recupero dei sottotetti a fini abitativi, la localizzazione di una nuova unità abitativa al secondo piano.

La scala attuale viene mantenuta nel suo impianto ma si prevede la realizzazione di due nuove rampe per collegare il nuovo alloggio al secondo piano.

Tuttavia, al fine di garantire il rispetto delle norme relative all’accessibilità da parte dei soggetti disabili, verrà realizzato un ascensore, che con partenza dal piano del cortile, garantirà l’accesso a tutte le unità abitative.

Le caratteristiche formali

Pur in presenza di una sostanziale riplasmazione dell’edificio si è ritenuto opportuno mantenere, sul lato prospiciente la via le caratteristiche formali e compositive originarie.

Le modifiche alla facciata ovest, verso via Garibaldi, riguardano la ridefinizione delle aperture al fine di rendere queste ultime adeguate al nuovo assetto degli spazi interni.

La sopraelevazione, che rappresenta la parte di intervento più consistente, è ottenuta attraverso una modifica delle falde della copertura e mantiene un’immagine coerente rispetto all’esistente.

L’arretramento rispetto al filo di fabbricazione e la ridotta  visibilità dovuta al restringimento della via nel tratto antistante l’edificio, consentono all’elemento aggiunto di integrarsi modo non ostentato nel contesto.

Il prospetto est, nascosto dalla strada, ma rivolto allo spazio privato del cortile, per effetto delle opere previste, muta in modo più evidente.

Al piano terreno i serramenti in ferro e vetro vengono sostituiti da un tamponamento in muratura.

Per integrare il vano ascensore con la costruzione viene realizzato un aggetto maggiore per il balcone, che all’ultimo piano diviene un terrazzo.

La copertura dell’edificio assume una forma articolata che si alterna al tamponamento esterno del secondo piano.

 

 

Commenti chiusi